Browsing Category

Degustazioni

IMG_1530
Degustazioni

GLI ALAMBICCHI ACCESI DI SANTA MASSENZA


E’ un dicembre che porta ancora i colori dell’autunno. I vigneti spogli carichi di foglie dal colore della terra, la Valle dei Laghi che riflette il cielo grigio, carico di nuvole. Saliamo piano dalla pianura, i dolci declivi ricolmi di frutteti, boschi, le Dolomiti sullo sfondo, i castelli di Madruzzo, di Terlago e il più famoso, quello di Toblino.

Il freddo pungente, compagno di viaggio invadente di  questa nostra nuova entusiasmante esperienza, si perde nelle viuzze imbandite a festa del Borgo di Santa Massenza, percorse da un pubblico da grandi occasioni che s’accalca per le compere nei mercatini di Natale, che si riscalda con i vin brulè e gli strudel prodotti dai paesani, felici di vedere gli appassionati della grappa saltellare entusiasti da una distilleria all’altra perchè questo per loro è il paese dei balocchi.

Tutti in attesa, tutti pronti, tutti emozionati per il grande evento: la Notte degli Alambicchi Accesi.

E così questo paesino di un centinaio d’anime risplende nella sua tradizione millenaria, un luogo di culto per chi porta nel cuore la passione per le acquaviti, la culla della tradizione dell’alambicco trentino.

Una tradizione che affonda le sue radici nel periodo del Concilio di Trento (1545 – 1563) e che ringrazia postuma nella festa di Santa Massenza, quel Vescovo con la passione dell’alambiccare che ospite del paesino per l’intero periodo, insegnò ai suoi abitanti l’arte della distillazione.

Qui, dove fino a pochi anni fa, erano presenti tredici distillerie e dove ora il ceppo dei Poli, continua a produrre grappe eccezionali con cinque distillerie artigianali tutte da raccontare, da vedere, da bere. 

Ritorniamo per il secondo anno consecutivo e scopriamo che nulla è cambiato, solo la neve non ci fa compagnia. Conosciamo i titolari di questa magica tradizione (con Graziano stipuliamo un gemellaggio Giovanni Poli – Grappon…), parliamo con loro, scopriamo che qui, nel Trentino, sotto il Tridente simbolo della Trentino Grappa, i distillatori fanno davvero sistema tra loro, nella difesa del distillato di vinaccia trentina, prodotto con il metodo “a bagnomaria”.

E poi ci sono loro, i meravigliosi attori della Compagnia Teatrale Koinè, capaci di catturare l’attenzione di qualche centinaio di visitatori che divisi in gruppi, si alternano nelle cinque distillerie del paese, mettendo in scena parti teatrali di grande phatos ed interesse: la nascita della grappa negli alambicchi di rame, lo spettacolo futurista in tre atti, la distillazione in diretta delle erbe aromatiche.

Un’ora e mezza di intense emozioni.

Torniamo a Verona con ancora negli occhi le immagini di quella grande ampolla agitata nel centro della piazza di Santa Massenza, con quelle cinque limpide grappe, una per ogni distilleria, mescolate ed agitate insieme: simbolo di unità, di fratellanza e di speranza.

Torneremo anche il prossimo anno e di questo, potete starne certi.



Testo: Conte
Foto: Caccia

IMG_2947
Degustazioni

RITORNO AL CASTELLO….

In un pomeriggio che stranamente ci lascia assaporare uno scorcio di primavera ci ritroviamo numerosi per un’altra appassionante degustazione.

CENNI DI STORIA..

Dopo la “sbornia da Vinitaly” che ci ha accompagnato in questi primi mesi del 2013, approfittiamo ancora una volta dell’ospitalità della Locanda Castrum di Castelrotto di Negarine per sederci intorno ad un tavolo, smaniosi dalla voglia di scoprire qualche nuova e speriamo interessante acquavite.

Accompagnati dai nostri bimbi che non si sono lasciati sfuggire l’occasione di giocare a dame e cavalieri nelle stanze di questo vecchio castello, abbiamo riempito i  numerosi bicchieri, levato al cielo i nostri cuori ed… ecco a voi i risultati…

Sarpa Barrique, Distillerie Poli (40°, 700 Ml):

Grappa morbida dal colore ambrato, profumata, delicati sentori di legno barrique. Poco alcolica sia nel gusto che retrogusto, ottima persistenza. Design classico delle Distillerie Poli, ben curato in ogni dettaglio. Buona sempre.

PROFUMO E COLORE:                   3,14


GUSTO:                                                3,14

RETROGUSTO:                                  3,29

DESIGN:                                               3,00



Esprit de Noel, Riserva Barrique Teo Musso (40°, 50 Cl):

Direttamente dal Birrificio Artigianale Baladin di Piozzo (Cuneo), un distillato di birra dal colore ambrato, morbido, armonico, dal gusto gentile e retrogusti amarognoli dalla giusta persistenza alcolica. Forte sentore del rovere utilizzato per il barrique. Una grappa leggera ma dalla giusta franchezza, design classico e ben curato.

PROFUMO E COLORE:                   2,71

GUSTO:                                                2,86

RETROGUSTO:                                  2,71

DESIGN:                                               2,71


Uvaviva Americana, Distillerie Poli (40°, 700 Ml):

Grappa dal colore cristallino, morbida. Bocciata su tutta la linea, si salva solo nel design classico delle distillerie Poli. Sentori di copertone bruciato, gusti e retrogusti molto alcolici ed amarognoli. Gusto al palato rancido, di plastica e muffa.


PROFUMO E COLORE:                    1,57

GUSTO:                                                 1,86

RETROGUSTO:                                   1,43

DESIGN:                                                2,71



Grappa di Brunello, Frescobaldi (45°, 70 Cl):

Grappa morbida dal colore chiaro, cristallino. Buona struttura, presenza alcolica equilibrata nonostante la gradazione, buona la persistenza e la franchezza al palato. Dolce e decisa dal design classico senza eccessi.


PROFUMO E COLORE:                    2,86

GUSTO:                                                  3,57

RETROGUSTO:                                    3,14

DESIGN:                                                 2,43



Nardini, Acquavite di pura vinaccia, doppia rettificata (50°, 100 Cl.):

Grappa morbida, chiara. Sentori di cacao, al gusto amabile e dalla buona persistenza. Tono alcolico importante visto la gradazione ma armonioso e della giusta franchezza al palato. Bottiglia “formato famiglia”, poco ricercata.


PROFUMO E COLORE:                      2,33

GUSTO:                                                    2,66

RETROGUSTO:                                     2,50

DESIGN:                                                  1,50




Koralis Barricata Riserva, Distillerie Bertagnolli (40°, 500 Cl.):

Ambrata dal colore ambrato, invecchiata 24 mesi, forti sentori di legno utilizzato per la il barrique. Amabile, fresca, mielosa, dolce. Una grappa elegante e di classe. Curata nel design, etichetta ricercata.

PROFUMO E COLORE:                    3,38
 
GUSTO:                                                  3,63


RETROGUSTO:                                   2,88

DESIGN:                                                2,63




Grappa di Dolcetto, Casa Luparia, Casale Monferrato (42°, 50 Cl):

Grappa bianca morbida. Sentori di nocciole e mandorle, tono alcolico deciso e dalla buona struttura. Retrogusto amarognolo, allappante, dalla buona persistenza. Prestante, vibrante dal design classico ma poco ricercato.

PROFUMO E COLORE:                  2,38


GUSTO:                                                2,63

RETROGUSTO:                                 2,13

DESIGN:                                              2,88

Grappa di Fieno, Alpgourmet (32°, 01 Cl.):

Liquorino al fieno dal colore ambrato, direttamente dai banchetti di Natale di Bolzano. Fuori concorso ma assolutamente degna di nota e per questo recensita in questo post. Dolce, mielosa, in versione “da borsetta. Elegante, amabile, rosolio leggermente alcolico. Bottiglietta ben curata, discreto design.

 
PROFUMO E COLORE:                2,60

GUSTO:                                              3,40

RETROGUSTO:                               3,40

DESIGN:                                            3,00

VINCITORI E VINTI: Il più grosso dilemma che ci sia mai capitato ce l’ha fornito quest’oggi la Distilleria Poli. La vincitrice, la Sarpa Barrique è stata per noi tra le migliori barricate degustate fino ad oggi. Buona struttura, elegante, dal giusto tono alcolico e dall’ottima persistenza. L’ultima in classifica invece, la Uvaviva Americana noi proprio non l’abbiamo capita (…pronti per questo a fare ammenda…). Ci è sembrato un distillato grossolano, dai pessimi profumi (meglio chiamarle puzze?), difficilmente affrontabile.

Seconda in classifica al fotofinish la Koralis della Bertagnolli. Una barricata che si fa amare, dolce come il miele. La consigliamo a tutti ma sopratutto al pubblico femminile visto il tono alcolico leggero nonostante la gradazione, frutto di una pregevole distillazione.


CON LA TEO MUSSO…

Se il Brunello è conosciuto in tutto il mondo, al di là delle logiche di mercato, significa che questo vino (vitigno Sangiovese o Sangiovese Grosso) ha una sua struttura armonica che ben si sa comportare anche nelle fasi della distillazione. La Frescobaldi si dimostra una grappa matura, preparata da mani esperte, una perfetta ambasciatrice delle colline Toscane.

Facciamo un salto nel cuneese ed andiamo a trovare un distillato di birra (un regalo molto apprezzato) prodotto da uno dei Birrifici Artigianali più importanti e conosciuti d’Italia: la Baladin. Questa riserva prveniente direttamente dalle cantine del titolare Teo Musso si dimostra una barricata molto interessante, dalla buona persistenza e dal tono alcolico equilibrato, con quel retrogusto leggermente amarognolo tipico dei distillati di birra.

Partiamo dalle Langhe degustando un’ottimo distillato di Dolcetto ed arriviamo sul Ponte di Bassano finendo con una classica delle produzioni d’acquaviti tricolore, la Nardini di pura vinaccia. Entrambe meritano i buoni voti ricevuti, entrambe dovrebbero prendere posto nelle credenze di chi  è rimasto folgorato dalla passione per i distillati.

Una menzione particolare per la fuori classifica Grappa di Fieno. Più liquore che grappa, si dimostra molto apprezzata dai palati femminili e porta a casa dei buonissimi voti finali. Consigliamo a tutti voi di tornare ai prossimi banchetti natalizi di Bolzano e farvene una piccola scorta per i periodi più freddi del prossimo inverno. Scalda cuori.

CLASSIFICA FINALE:

1) Sarpa Barrique, Distillerie Poli (40°, 700 Ml)                                                 3,14
                    
2) Koralis Barricata Riserva, Distillerie Bertagnolli (40°, 500 Cl.)             3,13

3) Grappa di Brunello, Frescobaldi (45°, 70 Cl)                                                   3,00

4) Esprit de Noel, Riserva Barrique Teo Musso (40°, 50 Cl)                            2,74

5) Grappa di Dolcetto, Casa Luparia, Casale Monferrato (42°, 50 Cl)          2,51

6) Nardini, Acquavite di pura vinaccia, doppia rettificata (50°, 100 Cl.)    2,25

7) Uvaviva Americana, Distillerie Poli (40°, 700 Ml)                                           1.89

FUORI CONCORSO, Grappa di Fieno Alpegourmet                                             3,10

VOTO MEDIO SINTETICO DEGUSTAZIONE
2,72 

Testo: Conte
Foto: Caccia